Primavera di Periferia

A volta succede qualcosa di strano.
A volte succede che una sera, da solo
Finisci fuori Milano
Lontano
Succede che finisci addirittura a Sesto
Mentre torni
Vedi questo

Picture

E dopo cavalcavia e tram
Arrivi alla fermata del 91
E siccome tu sei uno
Che ha sempre un libro tra le mani
Lo apri, ed è Gianni Rodari
Che ti legge questo
 –
Teste fiorite
Se invece dei capelli sulla testa
Ci spuntassero i fiori, sai che festa?
Si potrebbe capire a prima vista
Chi ha il cuore buono, chi la mente trista.
Il tale ha in fronte un bel ciuffo di rose:
Non può certo pensare a brutte cose.
Quest’altro, poveraccio, è d’umore nero:
Gli crescono le viole del pensiero.
E quello con le ortiche spettinate?
Deve avere le idee disordinate
E invano ogni mattina
Spreca un vasetto o due di brillantina.
 –
A volte succede qualcosa di strano
Tornando a casa
La sera
A Milano